Ricevi nella Tua mail la notifica della pubblicazione di un nuovo video. Inserisci il tuo indirizzo email quì:    “?


Per Segnalare un EVENTO Scrivi a:

 

Processione e Festa per i SS. MEDICI - 2011

Mercoledì 25 e Giovedì 26 Maggio 2011 si sono svolti ad ORIA i tradizionali Festeggiamenti in Onore dei SS. MEDICI COSMA (o COSIMO) e DAMIANO, due gemelli di origine Araba, medici in SIRIA e martiri sotto l’Impero Romano Diocleziano (284-312 D.C.); la professione medica la esercitarono in gran parte in Turchia, senza mai chiedere in cambio nulla, ne dai ricchi ne dai poveri, applicando così il precetto evangelico “GRATIS ACCEPISTIS, GRATIS DATE” (vedi altro).
La processione di Giovedì 26 è stata caratterizzata da un evento alquanto unico, uno “scollamento”  della stessa tra la parte iniziale composta dal Clero e Vescovo assieme alle RELIQUIE di SS. MEDICI, e la parte restante composta dalle 6 Statue, SAN COSIMO, SAN DAMIANO, SAN EUPREPIO, SAN LEONZIO, SAN ANTIMO e il Protettore della città di Oria SAN BARSANOFIO. La causa pare sia stata la decisione da parte del Vescovo della Diocesi di ORIA, Mons. VINCENZO PISANELLO, di far procedere la processione senza le tradizionali soste lungo il percorso, quest’anno anche più breve. Consentite solo brevissime soste per il cambio dei portatori delle Statue. Decisione che evidentemente non è stata per nulla condivisa dai portatori delle Statue e organizzatori, con il risultato che, da PIAZZA LAMA in poi (lungo Via MARIO PAGANO), si assiste (dalle ore 19,15) ad una progressiva “rottura”  della processione: Il Vescovo con le Reliquie che procede e raggiunge Piazza LORCH senza fermarsi, tra lo stupore dei fedeli presenti lungo il percorso, e dietro, ad una distanza di oltre 300 metri, il gruppo delle 6 Statue assieme alla Banda Cittadina che procede molto lentamente. Il culmine dello stupore da parte dei fedeli si raggiunge quando Il Vescovo e le Reliquie giungono in PIAZZA MANFREDI. Quì Mons. PISANELLO, dopo una breve omelia, spiega anche il motivo dell’assenza delle statue, ribadendo che, a suo parere, la venerazione dei santi non va fatta nei confronti delle statue ma solo ed unicamente nei confronti delle reliquie. Dopo 30 minuti giungeranno nella piazza le 6 Statue con il presidente del COMITATO FESTE PATRONALI, FRANCO DI BELLA che ringrazierà tutti i fedeli, e dopo la tradizionale rotazione di 360° delle statue, tra gli applausi torneranno in Cattedrale. Rispettando le motivazioni di “entrambi le parti”, rimane comunque la delusione di aver offerto, soprattutto ai tantissimi forestieri giunti ad Oria per assistere alla processione, uno spettacolo indegno.
Nel video sono raccolti i momenti più significativi della processione, e di seguito il link per visionare alcune pagine del Numero Unico distribuito gratuitamente ricco di notizie storiche e racconti sulle “PERDONANZE dei SS. MEDICI ad ORIA”.

festa_ss_medici_2011

NUMERO UNICO “PERDONANZE DEI SS. MEDICI ad ORIA” (in formato PDF)


3 commenti:

Anonimo ha detto...

Mah...
E' davvero un peccato aver rovinato una festa così bella come questa!.
Non potevano almeno per quest'anno raggiungere un compromesso, evitando di fare una pessima figura con tanti fedeli forestieri?.
Angelo da Grottaglie (TA)

Anonimo ha detto...

ha ragione l'amico di grottaglie: io sono indignato, il vescovo ha fatto una grandissima figuraccia, lui avanti di 1 kilometro e le statue indietro! che figura di m.!!

Anonimo ha detto...

giusto o sbagliato sono del parere che al vescovo spetti di decidere ciò che è sacro... gli altri possono decidere sul profano. A voi stabilire adesso su chi ha sconfinato.
Francesco da Oria

 

Ultimi 10 Video

Video più visti

ultimi commenti


© ORIAinVIDEO 2008-2011 - Tutti i diritti Riservati | Richiede Adobe Flash Player  [DOWNLOAD] | Browser Compatibili: IE7+: FF3+: Safari3+: Chrome3+: Opera9+ |