Ricevi nella Tua mail la notifica della pubblicazione di un nuovo video. Inserisci il tuo indirizzo email quì:    “?


Per Segnalare un EVENTO Scrivi a:

 

“BUON VENTO” nel Centro Storico e Castello di ORIA

Nella puntata trasmessa il 24 Aprile 2011 su TELENORBA 7, il Centro Storico e il Castello Federiciano di ORIA sono stati i protagonisti nel programma “BUON VENTO”, programma televisivo scritto e condotto da Sabrina Merolla, ideatrice del format, dedicato alla valorizzazione e promozione delle molteplici risorse turistiche, ambientali, naturalistiche storico-artistiche ed enogastronomiche dei borghi, delle coste e del mare di Puglia e Basilicata.
Nel video, realizzato durante la settimana della Cultura (9-17 Aprile), EMANUELA ROMANIN (BORGO DUCALE S.R.L. proprietaria del Castello) e ENNIO SUMA (Presidente della Compagnia D’Arme MILITES FRIDERICI SECUNDI di ORIA)assieme alla conduttrice del programma, raccontano le origini della Città di ORIA e del Castello.

buonvento

Altri video del programma “BUON VENTO”


“Risate con La Nuova Compagnia Oritana” in TV – 7ª puntata

Anche nella Domenica di Pasqua (24 Aprile 2011) ANNA RITA DELL’AQUILA, MINO RECCHIA e GIUSEPPE NEGLIA PEPE, hanno condotto sull’emittente tarantina TBM il programma contenitore di musica e barzellette sceneggiate, “RISATE CON LA NUOVA COMPAGNIA ORITANA”, giunto alla 7ª puntata.
Nel video una sintesi della puntata.

compagnia_7p 
Puntate precedenti:                     


“LA PASSIONE” – 17ª edizione 2011

Anche quest’anno, il Gruppo di Promozione Umana ha rappresentato la drammatizzazione storico-religiosa LA PASSIONEgiunta alla 17ª edizione, e svoltasi nella Domenica delle Palme, 17 Aprile 2011. La rappresentazione si è tenuta interamente nello scenario naturale dell’ Istituto dei PP. Rogazionisti-San Pasquale (g.c.) ove si sono rappresentate tutte le quattro scene e le tredici raffigurazioni.
Alla rappresentazione hanno partecipato circa 200 personaggi, di tutte le età e, sia gli attori protagonisti che le comparse non sono professionisti, essi vengono scelti tra la cittadinanza in modo da avere una larga partecipazione popolare. Il nuovo testo è stato scritto da Emilio Pinto a seguito di ricerche e studi su testi della tradizione religiosa locale ed è stato adeguato alle esigenze artistiche della sacra rappresentazione.
La rappresentazione è stata patrocinata dall’Amministrazione Comunale di Oria,dalla Provincia di Brindisi, dalla Regione Puglia, Diocesi di Oria e da Radio Vaticana, oltre a numerosi Commercianti ed Aziende, che con il loro sostegno credono all’ iniziativa quale veicolo di promozione delle loro attività commerciali e della Città.
Nel video una sintesi dei momenti più suggestivi della Sacra Rappresentazione, e di seguito l’elenco dei personaggi e interpreti.

passione_2011
video edizioni: 
2009  -  2010

Personaggi e Interpreti:

Gesù Cristo:   Antonio Patisso
Maria:   Viviana Carbone
Simon Pietro:   Enzo Carbone
Giuda Iscariota:   Enzo Cozzetto
Giovanni:   Raffaello Carbone
Giacomo:   Cosimo Calò
Tommaso:   Hassan Vojka
Andrea:   Cosimo Spina
Filippo:   Tonino Nisi
Matteo:   Donato Nisi
Bartolomeo:   Francesco Passaro
Simone il Cananeo:   Nino Carone
Giacomo di Alfeo:   Tommaso Nania
Taddeo:   Angelo Nisi

Dottori della Legge:
   Giuseppe Montesardo, Fulvio Di Bella, Fernando Carrozzo, Cosimo Carrozzo

Scriba Ebreo:   Alfonso De Simone
Malco:   Davide Galiano
Sommo Sacerdote Caifa:  Remo Italiano
Sacerdote Hanna:   Fiorenzo De Mauro
Giuseppe D’Arimatea:   Enzo Carbone
Nicodemo:   Barsanofio Massa

Farisei:
Umberto De Virgilis, Ilario Coluccia, Michele Dell’Aquila, Franco Pipino, Giovanni Gualano

Serve del Sinedrio: Piera Micelli, Titti Silvestro
Testimoni: Teodoro Leo, Ermanno Savese
Comandante Guardie del Sinedrio: Giuseppe D’Apolito
Guardie del Sinedrio(6): Leonzio Carrozzo, D’Apolito Arcangelo, Davide Delli Santi, Giovanni Orsini, Mattia Lo Martire, Antonio Patisso

Ponzio Pilato: Saverio Fella
Claudia Procla: Annamaria Andriani
Littore:   Lorenzo Moretto
Signiferi:   Giuseppe Caropreso, Francesco D’Apolito

Centurione:   Goffredo Murani

Legionari Romani(13):  
Vincenzo Iunco, Pompeo Carone, Matteo Lenti,
Cosimo Lombardi, Gabriele Destefano, Barsanofio Moretto, Mimmo Borgia, Federico Patisso, Pietro Malorgio, Giuseppe De Gaetani, Giuseppe Buccolieri,Andrea Murani, Giuseppe Moretto

Scriba Romano:   Vincenzo Almiento
Allievi dello Scriba:   Alessio Nisi
Ancelle Romane:   Serena Nisi, Clarissa Piccione

Barabba:  
Angelo Nisi
Erode Antipa:   Antonio Agostino
Erodiade:   Elena Marrazzi

Sapienti:  
Pierino Toscano, Gioele Gioia

Ancelle Giudee:
Annamaria Maggiolino, Laura Galiano

Ancelle Arabe:  
Ludovica Pinto,Claudia Agostino

Danzatrici:  
Barbara Moretto,Annapaola Perrucci,Angela Carone,Carola Delli Santi, Valentina Milone

M.Maddalena:  
Emilia Cardone
Maria di Cleofa:   Silvia Farina
La Veronica:   Tina Pescatore

Donne di Gerusalemme:  
Rosaria Lombardi, Leonarda Gualano, Antonella Caroppa, Daniela Savese, Lucia Savese, Annamaria Trani

Dismas:  
Antonio Nisi
Gestas:   Donato Nisi

Il CASTELLO di ORIA tra i “Castelli dell’Alto Salento”

Nell’ambito del progetto “I castelli dell’Alto Salento. Terra di Brindisi”, sostenuto dalla Regione Puglia Assessorato Mediterraneo, dalle provincia di Brindisi, insieme ai comuni di Mesagne, San Vito dei Normanni, Francavilla Fontana, Carovigno, anche ORIA trova il suo spazio con il CASTELLO SVEVO da poco restaurato dai nuovi proprietari, la Famiglia ROMANIN-CALIANDRO
Il Video documentario, realizzato con la collaborazione della PRO-LOCO di ORIA e la BIBLIOTECA COMUNALE “DE PACE-LOMBARDI” di ORIA, del Comune di ORIA e la BORGO DUCALE S.r.L., racconta attraverso inquadrature e immagini inedite non solo bellezze architettoniche dell’antico Maniero, ma anche del Centro Storico di ORIA.
Il Video è stato realizzato dai registi ROMEO e VALENTINO CONTE (anche alla post-produzione) e l’assistente alla regia MARIO CONTE per la EVENTS PRODUCTION; per le riprese NICCOLO’ FRANCOLINI; fotografo di scena GIUSEPPE DI VIESTO.
Oltre al video sul Castello di Oria, di seguito anche i video sui Castelli di Francavilla Fontana e Carovigno.

castello2 
Video in Versione HD 1280x720
 

Castello Degli Imperiali
FRANCAVILLA FONTANA
Castello Dentice Di Frasso
CAROVIGNO
Castello Degli Imperiali - FRANCAVILLA FONTANA Castello Dentice Di Frasso - CAROVIGNO

“Risate con la Nuova Compagnia Oritana” in TV–6ª puntata

Continua la programmazione sull’emittente tarantina TBM del programma “RISATE CON LA NUOVA COMPAGNIA ORITANA”, un mix di musica e barzellette, sceneggiate e ambientate in locali pubblici o aziende, con gli interpreti e conduttori del programma, ANNARITA DELL’AQUILA, GIUSEPPE NEGLIA PEPE e MINO RECCHIA.
Nel video una sintesi della 6ª puntata del 17 Aprile 2011.

compagniatbm6
Le puntate precedenti:
   1ª Puntata     2ª Puntata     3ª Puntata     4ª Puntata     5ª Puntata


“LU PICURIEDDU TI SABBUTU SANTU” su TeleRama


Nel programma “TERRE del SALENTO” andato in onda sull’emittente televisiva TELERAMA il 15 Aprile 2011, è stato dedicato un servizio suL’AGNELLINO DELL’AMORE NELLA CULTURA POPOLARE ORITANA”.
Con l'approssimarsi della Pasqua, il Donare ovvero procurarsi un agnellino in pasta di mandorla è strettamente connesso alla simbologia a cui esso rimanda: sacrificare l'agnello giovane, privare della vita un animale “innocente”, si è rivestito nel mondo cristiano di significati particolari: l'agnello è considerato espressione di “candore” e quindi di innocenza.
Quando poi il dono avviene tra fidanzati, oltre all'accoglimento simbolico, il gesto si riveste di specifici significati che nella cultura popolare Oritana assurge ad un autentico rituale al fine di avere la prova provata del reciproco assenso delle famiglie al Fidanzamento Ufficiale ed alla promessa di Nozze.
Di quanto radicata sia in Oria la consuetudine di far pervenire da parte della fidanzata alla famiglia del futuro sposo l'agnellino in pasta di mandorla la si riscontra nell'antichissima testimonianza innanzi riportata, rispolverata dal Prof. Pino Malva.
Restituire il giorno di Pasqua alla famiglia della fidanzata unicamente la testolina del dono precedentemente ricevuto, corrisponderà al consenso pieno al matrimonio.
In funzione di ciò, l'antica Pasticceria Carone, nel centro Storico di ORIA, modella artigianalmente in pasta di mandorla anche la testa dell'agnellino, realizzando il tutto completamente a mano, rendendo così unico ogni soggetto.
Nel video servizio trasmesso, anche una scenetta realizzata con la collaborazione di alcuni cittadini Oritani che ne racconta la tradizione, ed infine alcune fasi della realizzazione dell’antica ricetta del dolce, gelosamente custodita dagli attuali proprietari dell’antico BAR CARONE (chiamato anche in dialetto oritano "“lu bar ti li Caruni”, nato nel 1938 ad opera dei fratelli  Antimicchio, Elenuccia e ‘Nzina Carone), il Sig. GIOVANNI GRASSI (figlio di Elenuccia Carone-VEDI BIOGRAFIA) e sua figlia ELENA . Di seguito la Poesia de “LU PICURIEDDU TI SABBUTU SANTU”.


Poesia   “LU PICURIEDDU TI SABBUTU SANTU”

In dialetto Oritano: Traduzione in Italiano:

Sabbutu santu a mezzatìa tutti li uemmini si ritirunu ti fori cu vannu all'ucciaria, ca ci ddimmurunu nu paru t'orisi trovunu alli scuttatori.
Mo, pigghiamu ti li femmini ntappati ca vannu cu li mantili nanzi ppuntati; ci li dimmanni ddo nn'a sciri risponnunu:
“Mannagghia l'anima ti li fili!”.

Mo pigghiamu ti li ggiuvini ziti ca si a ffannu barba e capiddi e si nnessunu comu angiuliddi; a casa, mancu na furcinata e fuci fuci ddò la nnammurata.
Quannu arrìunu cretu alla porta l'attani sta ssittatu allu pisulu; comu ciucci si fermunu ti botta e fannu lu rrichiamu allu pizzulu.
L'attani fuma la pippa a cannuccia e dici: “Figghia va cuverna quedda ciuccia!”
“Ueh tà, va pigghiatala an culu, so tre ore ca sta spetta allu pizzulu!”

Lu meurlu, dafffori, fisca; la meurla, 'ntra la stadda, miurlescia. “Uh!. - rusci l'attani – stasera tu vue pruevi la curescia!”
“Uè ma, la ciuccia stai cuvirnata; penza tuni, moni, a cuvirnà lu tata! Lu pizzulu sta manteni l’angilieddu, sta spetta cu li tou lu picurieddu!”
“Ntò! Vani a cuddu santu putichinu, ca non c'è mancu nu luminu!”.
“Vulia anzi na carcagnata, ca cu mi spostu ti 'na pitata!”

Vinti passi no l'era fatti e li ziti fora soddisfatti;
A 'navutata ti uecchi l'hannu futtutu e lu picurieddu era partutu!

“Nto! Torna ti lu putichinu, c'agghiu truvatu lu luminu!”
“Sapi ca cazz'an culu m'annu scaffatu!

Ma ci campu n'atr'annu ziccu ti lunitia santo e no do' mancu nu scancu!”.

Sabato santo a mezzogiorno tutti gli uomini tornano dalla campagna per andare alla macelleria, perchè se tardano un paio d'ore trovano solo i rimasugli.

Parliamo adesso delle massaie indaffarate che girano con grembiule appuntato; se chiedi dove stanno andando, rispondono: “Cosa no si farebbe per i figli!”.
Parliamo ora dei giovanotti che si radono barba, si pettinano ed escono (dal barbiere) belli come angeli; a casa, mangiano appena una forchettata per correre dall'innamorata.

Quando arrivano vicino alla casa dell'amata, vedono il padre seduto sul sedile, come gli asini si fermano di botto e fischiano, fermi all'angolo della strada.

Il padre, fumando la pipia a cannuccia dice:”Figlia vai a dar da mangiare all'asina!”. “Oh, padre, vai a fare a quel paese..., son tre ore che (egli) aspetta all'angolo!”
Il merlo, fuori, zirla; la merla, nella stalla, risponde al richiamo. “Uh.. - borbotta il padre – stasera vuoi provare la mia cintura di cuoio”
“Madre, l'asina è sistemata, pensa tu, ora a sistemar mio padre!. Il mio angelo sta sostenendo l'angolo, in attesa del mio agnellino!”
“Antonio, vai da quel santo tabaccaio che non abbiamo più fiammiferi!”.
“Preferirei anzi una pedata che spostarmi da quì e fare un passo!”.

Non aveva ancora fatto venti passi, che i giovani furono soddisfatti; in un attimo essi l'hanno gabbato e l'agnellino è stato consegnato.
“Antonio, torna che ho trovato i fiammiferi!”.
“Chissà che danno mi hanno fatto!.


Ma, se vivrò un altro anno, non faccio un passo dal lunedì santo fino a Pasqua!”.

Presentazione del libro “LA PASSIONE di CRISTO in ORIA” di Luigi Neglia - 2011

E’ stato presentato Sabato 9 Aprile 2011, presso il Teatro dei Padri Rogazionisti di ORIA a cura dell’Associazione “GRUPPO di PROMOZIONE UMANA”, il libro “LA PASSIONE DI CRISTO in ORIA-dalle origini ai giorni nostri, dal teatro alla strada”, realizzato dal prof. Luigi Neglia, noto studioso di Storia locale, il quale, con il solito rigore, ha ricostruito le vicende della Passione di Cristo in Oria dagl’inizi, per la verità nebulosi, sino ad oggi.
L’Autore, dopo essersi soffermato, nella prima Parte, sulla genesi e sullo sviluppo delle Sacre Rappresentazioni italiane, di cui le Passioni delle varie regioni costituiscono le vestigia, passa, nella seconda Parte, a ripercorrere tempi, luoghi, episodi, interpreti, inseriti in tre grandi fasi scandite dalla successione degli organizzatori, per presentare, nella Parte conclusiva, le schede analitiche delle manifestazioni annuali dal 1969 al 2010: il tutto corredato di una rilevante documentazione iconografica e fotografica inedita.
Ha presentato la serata il Dott. Emilio Pinto - Presidente Gruppo di Promozione Umana assieme alla Dott.ssa Emilia Cardone. E’ stato inoltre proiettato un video con le foto che raccontato la passione dal 1969 al 2010.
Sono intervenuti alla presentazione; Dott.ssa Paola BaldassarreAssessore Provinciale alla Cultura, Dott.ssa Antonella GobbiResponsabile Sett. Servizi Sociali e Scolastici del Comune di Oria, Dott. Gianluca PaternosterDirezione Nazionale Ass. “Europassione Per l’Italia” e l’Autore del libro il Prof. Luigi Neglia.
Nel corso della presentazione il cantante oritano TEODORO LEO ha eseguito i brani musicali “Maria nella Bottega del Falegname” e “Tre Madri”, entrambe di Fabrizio De Andrè, accompagnato dai musicisti Giovanni Danese(Tastiere) e Pino Danese(Chitarra).
Nel video una sintesi della serata con inserite diverse altre foto storiche della rappresentazione sacra della Passione in ORIA, dagli anni 60 ad oggi.

Presentazione libro ''LA PASSIONE DI CRISTO IN ORIA''

LA COPERTINA DEL LIBRO:
copertinarid


“Risate con la Nuova Compagnia Oritana” in TV–5ª puntata

Continua sull’emittente televisiva tarantina, TBM, il programma ideato dalla Nuova Compagnia Oritana dal titolo “LE RISATE CON LA NUOVA COMPAGNIA ORITANA”, un mix di intrattenimento musicale e Video-Barzellette ambientate il locali commerciali. A condurre il programma 3 componenti della Compagnia teatrale, ANNARITA DELL’AQUILA, MINO RECCHIA e GIUSEPPE NEGLIA PEPE.
In questo video, un’estratto della puntata del 10 Aprile 2011.

compagniatbm5

Video Puntate Precedenti:  1ª Puntata2ª Puntata3ª Puntata, 4ª Puntata


“Le Iene” in missione segreta tra ORIA e MANDURIA

Incredibile avventura per la “IenaGiulio Golia in missione “segreta” tra Manduria e Oria, che per meglio comprendere cosa significhi essere un immigrato in fuga, si è spacciato per un tunisino, camuffandosi da profugo fuggito dal campo profughi tra ORIA e MANDURIA. Aggirandosi tra gli abitanti delle due cittadine, il finto ”profugo” riceve molta solidarietà, chi gli dona del cibo e acqua, chi dei soldi. Quello che può.
Ma suonando al citofono di una villetta per chiedere del cibo, dopo qualche secondo esce fuori qualcuno con un fucile in mano, sparando due colpi. Fortunatamente a Giulio Golia e il suo “collega profugo” con installata la video camera nascosta non ci sono state gravi conseguenze.
Il video del servizio trasmesso nel programma LE IENE su ITALIA 1 il 6 Aprile 2011.

iene


“Risate con la Nuova Compagnia Oritana” in TV–4ª puntata

Il format televisivo “RISATE CON LA NUOVA COMPAGNIA ORITANA” ideato dalla compagnia teatrale di Oria, in onda su TBM e condotto da ANNARITA DELL’AQUILA, GIUSEPPE NEGLIA PEPE e MINO RECCHIA, sta riscontrando un buon successo tanto con gli spettatori, tanto con gli esercenti di Oria che ben volentieri stanno partecipando alla realizzazione del programma ed in particolare all’angolo delle scenette-barzellette. Questa domenica (3 Aprile 2011) le scenette andate in onda sono state ambientate nella zona di Piazza Lorch.
Nel video una sintesi della 4ª puntata.

compagnia4p


Campo Profughi ORIA-MANDURIA, “La Grande Fuga”

Nel pomeriggio del 2 Aprile 2011 si sono vissute ore ad alta tensione nel Campo Profughi tra ORIA e MANDURIA. A centinaia sono usciti dalla tendopoli, sfondando 50 metri di recinzione già precaria, si sono uniti ai manifestanti scandendo lo slogan "liberté, liberté", e hanno poi imboccato la strada che porta verso Oria. In molti, approfittando del caos, si sono allontanati da campo; destinazione la Stazione di ORIA, già dal primo pomeriggio, totalmente presidiata da Polizia e Carabinieri. Diversi automobilisti in transito vicino al campo, si fermavano donando alcuni viveri ai migranti; altri una stretta di mano!.
In questo breve video-clip, il racconto…

campo_profughi


 

Ultimi 10 Video

Video più visti

ultimi commenti


© ORIAinVIDEO 2008-2011 - Tutti i diritti Riservati | Richiede Adobe Flash Player  [DOWNLOAD] | Browser Compatibili: IE7+: FF3+: Safari3+: Chrome3+: Opera9+ |