Ricevi nella Tua mail la notifica della pubblicazione di un nuovo video. Inserisci il tuo indirizzo email quì:    “?


Per Segnalare un EVENTO Scrivi a:

 

“Alla scoperta della Preistoria di ORIA” – ArcheoPasseggiata – 2010

Sabato 12 Giugno 2010, la sede oritana dell’ARCHEO CLUB ITALIA ONLUS, ha organizzato un’altra “archeo-passeggiata” dal titolo “Alla Scoperta della Preistoria di ORIA”, questa volta al di fuori del centro abitato di ORIA, e precisamente nella contrada SAN GIOVANNI LO PARIETE, ad est di Oria, anticamente zona abitata.
La contrada di San Giovanni lo Pariete, è situata nelle proprietà dell'omonima masseria, in particolare sulle piccole alture che si sviluppano ad est del complesso edificio rurale, fino alle colline dell'attigua contrada Monti. Questo tratto collinare è limitato a nord dall'alveo del canale Reale (anticamente un fiume), a sud dall'arteria stradale Oria-Cellino San Marco, coincidente con l'antico tratturo denominato "Limitone di Greci", che nell'Alto Medioevo segnava il confine tra i territori longobardi e bizantini e che, in questa zona, doveva essere protetto da strutture murarie, come lascia intuire il toponimo “LO PARIETE”.
L'area più vicina alla masseria è interessata da un insediamento rurale medievale, documentato soprattutto dalla presenza di necropoli.
L'area più distante, confinante con le alture della contrada Monti, presenta invece abbondanti tracce di una frequentazione preistorica e protostorica. Qui la più antica presenza umana è riferibile al Paleolitico medio, durante il quale gruppi di cacciatori neandertaliani si sono fermati a più riprese, in quanto il luogo offriva certamente maggiori opportunità di caccia. La modica quantità di manufatti presenti nella zona, fa pensare che le soste di questi cacciatori nomadi erano piuttosto brevi e che i loro accampamenti erano situati nel territorio circostante, in corrispondenza di ripari sotto roccia e di grotte.
La presenza all’epoca di acqua nel canale, sia quella piovana ristagnante o quella proveniente da qualche polla sorgiva, costituiva elemento di richiamo per la fauna selvatica, la quale, una volta individuata da posti di osservazione sulle adiacenti alture, era facilmente cacciabile.
Sempre alle spalle della masseria, in una zona più pianeggiante del versante settentrionale delle collinette, e immediatamente adiacente all'alveo dell’antico canale Reale, esiste una formazione boschiva di querceto misto, comunemente conosciuto come “boschetto”.
Nel video, un riassunto della “passeggiata” illustrata dal Prof. ANTONIO CORRADO e dal presidente dell’ArcheoClub di Oria BARSANOFIO CHIEDI, e di seguito una breve FOTOGALLERY.

archeo_passeggiat_giugno2010
FOTO GALLERY:
archeo_foto


0 commenti:

 

Ultimi 10 Video

Video più visti

ultimi commenti


© ORIAinVIDEO 2008-2011 - Tutti i diritti Riservati | Richiede Adobe Flash Player  [DOWNLOAD] | Browser Compatibili: IE7+: FF3+: Safari3+: Chrome3+: Opera9+ |